martedì 16 luglio 2019

L'esplorazione spaziale non serve?

Quasi di sicuro, lo saprai anche tu: questo sabato è il cinquantesimo anniversario di una delle più grandi imprese della storia dell’umanità. Beh, in realtà anche oggi lo sarebbe, visto che è la data di partenza della missione Apollo 11 da Cape Kennedy; tuttavia, il 20 luglio è di sicuro più significativa. È la data in cui il modulo lunare Eagle, con a bordo gli astronauti Neil Armstrong e Buzz Aldrin, atterrava sulla Luna, la prima volta per l'uomo la superficie di un altro corpo celeste.

Forse fu un evento piccolo per due uomini, ma uno epocale per tutti noi (come dice anche la famosa citazione di Armstrong, che di certo conoscerai anche tu): per questo, tra quattro giorni saranno tante le celebrazioni per un anniversario così tondo. Ma sul web ci saranno anche un mucchio "reazioni negative": per esempio i soliti complottisti, che giurano che non ci siamo andati. Per quanto a me dia molto più fastidio un altro tipo di manifestazione: quella di coloro che, puntuali come un orologio, ci faranno sapere che secondo loro l'esplorazione spaziale non serve a nulla.

giovedì 11 luglio 2019

Ritorno a casa/modalità estiva

Ti ricordi quando, poco meno di un mese fa, ti ho raccontato del mio trasloco in Toscana e delle speranze che questo portava? Ebbene, è un'avventura finita molto prima rispetto a quanto mi aspettassi: domani tornerò nelle Marche, e ci rimarrò per almeno qualche mese. Questo perché il lavoro di Monica non ha ingranato bene, e quindi l'azienda per cui lavora la trasferirà altrove in futuro.

Demoralizzato? Piuttosto un po' triste, ma non più di tanto: per quanto mi riguarda, resto ottimista per il futuro. Mi sarebbe piaciuto cominciare subito una nuova vita, e questa è una battuta d'arresto, ma non perdo la speranza di poterlo fare, e in tempi nemmeno troppo lunghi. E poi, dopo i problemi di adattamento avuti, che in parte continuano ancora oggi, posso dire che riprendere la vecchia vita per un po' male non sarà

martedì 9 luglio 2019

10 capolavori del cinema che non amo

L'idea per questo post è nata in parallelo a quello di un paio di settimane fa, quando ho parlato dei miei dieci film preferiti. Come spesso è accaduto negli ultimi tempi, mi sono divertito a far corrispondere una lista al suo opposto: un esempio è la mia classifica di telefilm preferiti contrapposta alla classifica delle serie che non sopporto. Ma stavolta è andata in maniera diversa.

Del resto, non credo che potrei realizzare "i 10 film che mi piacciono meno": se l'ho fatto per le serie TV e avrebbe senso farlo coi libri, col cinema non saprei proprio come farlo. E non perché è al di là delle mie capacità di scrivere un simile post nella giusta maniera: è solo che di film brutti ne ho visti tanti, ma dato che durano meno di un libro o di una serie, in molti casi mi dimentico persino di averlo fatto. E così, ho preferito un'altra opzione: parlare dei film che tutti amano tranne me.

giovedì 4 luglio 2019

L'interregno tra due romanzi

Lunedì scorso, ho iniziato la stesura del mio nuovo romanzo. O meglio: in realtà le prime parole le ho scritte nel corso del fine settimana precedente. Poche parole, però: purtroppo non ho potuto fare di meglio, con gli impegni e i malanni che ho avuto proprio la scorsa settimana - gli stessi che hanno fatto saltare il post di martedì. Quindi l'inizio "ufficiale" può essere considerato proprio l'inizio di questo mese.

In ogni caso, sono molto felice di aver ricominciato. E non è solo per il semplice principio del "prima inizio, prima finisco": ormai per me è una questione di importanza vitale. E no, non sto esagerando, né scherzando: ormai sono al punto di non stare bene con me stesso, se non ho un romanzo da scrivere. 

giovedì 27 giugno 2019

Un adattamento un po' complicato

Quello che sto vivendo al momento è un periodo un po' complicato. Un periodo in cui alcuni vecchi problemi convivono con alcuni nuovi, e in cui entrambi si scontrano con speranze e sogni ancora un po' lontani ma non impossibili. Un periodo di opposti e di stranezze, insomma.

Succede che, dopo anni in cui l'avevo sconfitta, da qualche settimana mi è saltata fuori di nuovo l'insonnia. E ha portato con sé tutto ciò che ne consegue: da un certo stordimento generale a sbalzi d'umore in misura maggiore di quanto vorrei. La causa? Il trasloco in Toscana che ti ho raccontato giusto pochi post fa.

martedì 25 giugno 2019

I miei dieci film preferiti

Questo post mi è stato commissionato, se così si può dire, da Monica. Stavamo chiacchierando di cinema, e all'improvviso lei mi ha chiesto di raccontare di quali fossero i miei film preferiti. Non necessariamente qui: una delle sue idee era di fare un post su Facebook, mentre quella di esportare il tutto su Hand of Doom è stata mia. E così, eccoci qui.

Non è stato facile, devo dire. Non solo perché sono un appassionato di cinema ma non un cinefilo vero e proprio: soprattutto, ci sono decine e decine di film che reputo importanti per me o che amo. Selezionarne pochi è stato molto difficile, e oltre a quelli che alla fine ho scelto avrei potuto inserirne un'altra decina. Ma alla fine ho deciso di non allungare troppo il brodo.

giovedì 20 giugno 2019

Live Quiz e il bello della cultura

Forse avrai sentito parlare anche tu di Live Quiz: app per smartphone Android (e non so se anche per altri sistemi operativi), è diventato un piccolo caso del web negli ultimi mesi. Ma se non la conosci, te la racconto in breve: è una app che propone ogni giorno uno o due quiz di dodici domande: se rispondi a tutte in maniera corretta, vinci una certa somma in buoni Amazon. Di solito in palio ci sono duecento euro (a volte di più), da dividere però tra tutti quelli che indovinano: quindi spesso la vittoria si aggira tra i pochi centesimi e un paio di euro.

Forse è anche questo il motivo per cui, dopo alcuni mesi di una forte crescita in fatto di giocatori giornalieri e quasi una febbre che serpeggiava sui social, la app stia vivendo una certa flessione. Ma non credo sia il principale, come non credo lo siano alcune scelte discutibili dei gestori del gioco. Secondo me la gente si è stancata di Live Quiz per una ragione su tutte: la mancanza di risultati.

martedì 18 giugno 2019

... e un nuovo romanzo

Come ho raccontato nell'ultimo post, la scorsa settimana mi sono trasferito in Toscana. Un avvenimento positivo, che porta con sé sogni e speranze, ma anche fatica. La fatica, in particolare, di dover traslocare: portare tutta la roba che ti serve da un posto a un altro non è stato semplice, né breve.Se il trasferimento "principale" è stato due lunedì fa, in questo fine settimana sono dovuto tornare nelle Marche a prendere altra roba.

Ovviamente, non è stato solo duro per il mio fisico debilitato - contando anche che il mio nuovo appartamento è al terzo piano senza ascensore, di sicuro non è stata una passeggiata. Soprattutto, il trasloco questo mi ha portato via un sacco di tempo che normalmente avrei dedicato a questo e agli altri blog. Eppure, nonostante questo sono riuscito lo stesso a trovare il tempo per scrivere. E per terminare il romanzo che stavo portando avanti ormai da mesi.