martedì 12 novembre 2019

Cosa significa essere un blogger alle soglie del 2020

Lo confesso: per oggi, avevo intenzione di scrivere e pubblicare un altro post, uno di quelli argomentati e ragionati. Tuttavia, nel corso del weekend ho avuto molta difficoltà: ogni volta che mi mettevo a pensarci non riuscivo a concentrarmi, per colpa soprattutto delle precarie condizioni di salute che mi porto avanti da diversi giorni. E così, ho deciso di virare su qualcosa di più semplice e leggero.

Dopo aver scoperto il meme ripreso da MikiMoz a partire dal post iniziale del blogger Nino Baldan, ho deciso anche io di partecipare: dopotutto, consente ai blogger di parlare di cosa significa per loro essere blogger alle soglia del duemilaventi. Visto che lo svolgimento del meme consiste nel rispondere a sei domande in una sorta di auto-intervista, il che non è troppo difficile neppure coi malanni che mi rallentano, e visto soprattutto che mi piace raccontarmi, eccoci qui.

martedì 5 novembre 2019

Come NON fermare il declino della blogosfera

Anche se lo pubblico solo ora, questo non è un post nuovo. O meglio, in realtà lo è, visto che mentre lo scrivo è domenica, tre novembre: tuttavia, l'idea originale di questo post risale alla fine di settembre. Allora avevo scritto un post più o meno con le stesse argomentazioni, ma di tono abbastanza forte e sarcastico: troppo forte, ho deciso nei giorni successivi, il che mi ha portato ad accantonarlo in via provvisoria.

A farmi scattare è stato il post su un blog che seguo: parlava di declino della blogosfera, un fenomeno su cui in effetti l'autore aveva ragione. Tuttavia, invece di chiedersi come contrastare questo fenomeno, nello stesso articolo annunciava che da quel momento avrebbe smesso di leggere ogni blog il cui proprietario non commentava di frequente il suo. Il che mi ha fatto ridere: è come denunciare, per esempio, il problema del mare inquinato e poi andarci a rovesciare di proposito un container pieno di rifiuti di plastica!

giovedì 31 ottobre 2019

Un lungo periodo prolifico

Se segui questo blog già da un po', sai che non sono il tipo da vantarmi di questo o quell'altro di continuo: anzi, lo faccio solo in casi rari, quando c'è effettivamente qualche risultato da sottolineare. Ma quando ci vuole ci vuole: ritengo che quanto ho costruito in questi ultimi due mesi sia proprio uno di quei casi.

Forse ricorderai quando, a inizio settembre, raccontavo che pur non dispiacendomi troppo, visto che avrei avuto altre soddisfazioni, l'agosto di scrittura a ritmi elevatissimi che ho passato non si sarebbe ripetuto in questi mesi. E invece, sorprendendo in primis me stesso, è accaduto proprio il contrario: a settembre sono riuscito a scrivere poco meno del mese precedente. E anche questo sta finendo o meno nella stessa maniera. Vuoi sapere come ho fatto?

martedì 29 ottobre 2019

"Roba da bambini"

Se segui Hand of Doom, sono sicuro che tu sia una persona speciale. No, non lo dico per farti un complimento (beh, non solo): visto che qui parlo di libri, di fantascienza, di cultura e di tanti altri temi ben poco popolari tra il grande pubblico, devi esserlo per forza. E lo sei anche nel caso alcuni di questi non facciano per te: di sicuro se sei tra i pochi reduci che ancora frequentano la blogosfera, devi per forza essere una persona con gusti diversi dalla media. Proprio come me.

Ebbene, se è così sono sicuro quasi al cento percento che ti sarà capitata una situazione (o più probabilmente molte) in cui qualcuno ha commentato una tua passione in maniera negativa. In particolare, che l'abbia fatto dicendo che ciò che ti piace è "roba da bambini" o qualche variazione su questo stesso tema. Ebbene, per quanto mi riguarda questo è uno dei concetti più sbagliati che si possano esprimere!

martedì 22 ottobre 2019

Questa settimana va così

Lo scorso mercoledì, Monica ha subito un intervento chirurgico. Beninteso, niente di serio: è stata un'operazione di routine senza grandi rischi, programmata da tempo, e si sta già ristabilendo molto bene, tanto che già domani (mercoledì) sarà dimessa dall'ospedale. Insomma, non è un fatto che mi preoccupi o disturbi la mia calma; è vero però che nell'ultima settimana ha monopolizzato gran parte del mio tempo.

Essendo l'ospedale lontano, a più di un'ora di distanza da casa, tra andata, permanenza e ritorno in pratica ho speso buona parte di ogni giorno dell'ultima settimana da lei. La cosa non mi pesa neppure: andare a trovare Monica è un dovere che sento dentro, una necessità e anche un piacere. Tuttavia, questo significa anche che il tempo a disposizione per il resto si è molto assottigliato. E che quindi ho dovuto rimandare alcuni progetti, come i post di questo blog.

giovedì 17 ottobre 2019

Facebook vs Pinterest

Per la promozione della mia webzine musicale Heavy Metal Heaven, in questa nuova stagione di blogging ho aperto dei nuovi account. Oltre a Instagram, quasi obbligato visto che è il social network che oggi va per la maggiore, ci ho tenuto ad aprirne uno anche su Pinterest, su cui ho creato un progetto particolare. Non ricopio gli stessi post di Facebook ma, vista che questa piattaforma mette al centro le immagini, scrivo brevi recensioni delle copertine degli album recensiti.

Non è di questo che vorrei parlare oggi, però, quanto dell'esperienza in generale di questo mese e mezzo passato su Pinterest. Un'esperienza che, devo dire, mi sembra già molto positiva, a giudicare da statistiche come interazioni e visualizzazioni. Ancor più positiva, poi, se confrontata con quella di Facebook che porto avanti da anni.

martedì 15 ottobre 2019

8 film/telefilm più belli dei libri

Come raccontavo nell'ultima lista, quella sui film troppo deludenti rispetto ai libri da cui sono tratti, per i miei gusti un libro è (quasi) sempre meglio del film che ne viene tratto. Non so dire per quale motivo sia così: per me è un dato di fatto da sempre, o almeno lo è in linea generale. Sì, perché qualche volta mi è capitato anche di trovarmi davanti alla situazione opposta: che un film fosse migliore rispetto al libro da cui è tratti.

A dire il vero, sono delle rarità, tanto che per realizzare questo post ho dovuto scavare a fondo nella mia memoria. Ma alla fine sono riuscito a trovare ben otto esempi di film e telefilm che riescono a superare il libro corrispettivo. Opere che nella quasi totalità dei casi sono dei capolavori: non a caso, tre di essi sono anche tra i miei film preferiti di tutti i tempi!

giovedì 10 ottobre 2019

Perché "Joker" piace a tutti

Martedì scorso a quest'ora non ero al computer (il che è il motivo per cui il post non è uscito: era programmato ma qualcosa non ha funzionato, quindi l'ho fatto slittare a martedì prossimo). Ero invece al cinema a guardare Joker di Todd Phillips, un film diventato un vero caso in fatto di critica e di botteghino in questo periodo. Anche per questo, penso che dire la mia sul film sia inutile: ci sono talmente tante recensioni online che non aggiungerebbe molto.

In effetti, più che su Joker in sé vorrei concentrarmi su un fatto che mi ha colpito molto, arrivato al cinema. Non solo la sala era piena, molto più di quanto sono abituato (il mio cinema di fiducia è piccolo in una città altrettanto piccola): soprattutto, il pubblico che la affollava era vario. C'erano persone della mia età o più giovani, ma altre molto più anziane: qualcosa che non si vede spesso, specie per un cinecomic. Il che mi ha fatto pensare subito al post di due martedì fa.