venerdì 20 maggio 2016

Voglia di variare

Mentre scrivo, nascoste dietro alle pagine di questo blog ci sono circa venti bozze di post. Di queste, all'incirca la metà sono idee  sterili: si tratta di vecchi post che non sono riuscito a sviluppare in maniera convincente. Forse li riprenderò in futuro, ma più probabilmente finiranno cancellati: difficile che io riesca a tirarne fuori qualcosa di decente - il che è proprio il motivo per cui li ho abbandonati. Lasciando da parte queste bozze, ne ho comunque una decina che aspettano solo di essere sviluppate. Ultimamente, in particolare, ho trovato un po' di argomenti che reputo interessanti, e che probabilmente vi proporrò, nei prossimi mesi.

Le idee per portare avanti il blog non mi mancano, insomma. Tuttavia, mi capita abbastanza spesso di non aver voglia di svilupparle. Non per pigrizia, sia ben chiaro, né per mancanza di tempo - questo fattore mi condiziona solo a volte. Il problema che ho con questi articoli è il loro tema generale: quasi tutti vertono infatti su scrittura, su blogging o argomenti vicini a questi. E visto che io, con questo blog, non voglio fossilizzarmi sempre sugli stessi temi, non sono molto soddisfatto della situazione. Mi piacerebbe invece riuscire a variare di più, spaziando su diversi argomenti.

Ci sono due ragioni per cui mi piacerebbe che Hand of Doom fosse più vario. La prima è di carattere meramente pratico: se il blog cominciasse a girare sempre sugli stessi temi, voi lettori vi annoiereste dopo poco. Questo ancora non è successo, per ora: anche se all'interno degli stessi confini, sono riuscito fin'ora ad analizzare particolari sempre diversi. Non è detto però che io ci riesca anche in futuro, perciò parlare di qualcos'altro può essere utile.

In più, c'è un altro motivo per variare, più personale: visto che apprezzo tanti campi della conoscenza umana, mi piacerebbe uscire dai confini e parlare di altro. Qui scrivo principalmente di scrittura e di blogging, ma non sono solo uno (aspirante) scrittore e un blogger: mi piacciono anche la scienza, la musica, la storia, l'arte e la cultura. Forse di alcune di queste discipline posso parlare solo da appassionato, non avendo un'infarinatura propriamente tecnica. Non mi importa, comunque: qui del resto non mi sono mai presentato da esperto di qualcosa, e dubito che lo farò in futuro.

In effetti, potrei cominciare a trattare uno di questi argomenti, visto che non ci sono ostacoli. Tuttavia, mi sento anche un po' frenato: ho paura che voi lettori possiate non essere granché interessati. In effetti, quando ho proposto qualche articolo a carattere scientifico, oppure la rubrica "Musica da Lettura", i risultati sono stati tiepidini, ben più di quanto mi aspettassi. Non che io abbia lasciato da parte scienza e musica (anzi, la seconda presto tornerà su queste pagine): semplicemente, non ne parlo spesso perché vedo poco interesse su questi temi.

Insomma, da una parte vorrei dare a Hand of Doom un taglio più vario, dall'altra rischio di uscire dalla mia "zona confortevole" e rischiare di scontentare voi lettori. È un bel dilemma, verso cui è difficile avere una reazione giusta. So solo che cercherò, nelle prossime settimane, di essere più coraggioso e di proporvi materiale più vario. La speranza, in ogni caso, sarà che questo blog continui a piacervi, e anzi che vi piaccia sempre di più!

La domanda: che ne penseresti, se con Hand of Doom variassi di più? E a te capita mai, di voler parlare di altro nel tuo blog?

8 commenti:

  1. Se questo è un tuo desiderio , assecondalo. Non ti costa niente: i vecchi amici non li perdi e magari ne conquisti di nuovi.
    Io, dal canto mio, non vorrei allontanarmi dai temi per cui esiste il mio blog; ho già un sito dove parlo di tutt'altro (della mia passione nel campo dell' handmade) e le pagine social che mi consentono di uscire dai binari della scrittura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio desiderio è proprio di non fossilizzarmi. Non sono tanto sicuro, però, che io non perda i vecchi lettori: ho come l'impressione che molti siano suscettibili. Poi magari sbaglio, ma a volte mi sembra che è proprio questa la situazione :) .

      Elimina
  2. Se tu alterni gli argomenti che ti stanno più a cuore avrai una rotazione anche di amici. I suscettibili, a quel punto, meglio perderli che trovarli! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei dire se sarà veramente così. Vedrò nelle prossime settimane e nei prossimi mesi. Grazie comunque dei commenti rincuoranti

      Elimina
  3. Anch'io vivo come una limitazione parlare solo del mio argomento iniziale, cioè la scrittura. In parte trovo sgradevole finire con il ripetermi, anche alla lontana, ma soprattutto è frustrante potere mostrare di me solo un aspetto. Se scriverai articoli di argomento diverso, li "assaggerò" sicuramente. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, è così anche per me. Comunque, nelle prossime settimane cercherò di variare di più, qui sul blog :) .

      Elimina
  4. Risposte
    1. Mi fa piacere il tuo entusiasmo :D .

      Elimina