martedì 31 maggio 2016

Un mese molto difficile

Ora che sta finendo, lo posso dire senza dubbi: maggio è stato un mese particolarmente difficile, per me. Qui su Hand of Doom ne ho dato solo un vago accenno, nei post lungo tutto il mese, ma c'è tanto altro che è successo. In primis, nella mia sfera privata ho vissuto un periodo di grande instabilità. Non vi ho raccontato i dettagli di questa situazione: come ho già detto la settimana scorsa, non amo mettere in pubblica piazza la mia intimità. Nonostante questo, credetemi: ho vissuto giornate veramente insopportabili, in cui è venuto fuori il peggio di me.

In più, come vi avevo raccontato, il sei maggio ho subito un intervento chirurgico. Non ne ho parlato granché, né prima né dopo, ma sappiate che è stata un'operazione debilitante. L'intervento è andato bene, e sono guarito come da programma: non c'è stata  nessuna complicazione. C'è anche da dire che la mia malattia non è niente di grave: ci si convive anche senza operarsi, seppur con alcuni fastidi. Eppure, dal sei maggio, la riabilitazione è stata lenta e lunga.

Parlare di questo argomento mi riporta alla mente la copertina
di "Severed Survival" degli Autopsy - la versione censurata.
Chissà perché!
In parte, il motivo del disagio è stato che questo tipo di malattia si presenta in una parte un po' delicata del corpo (lascio alla vostra immaginazione il punto esatto). Soprattutto, però, il motivo di una guarigione così lenta è colpa della tecnica usata dai chirurghi. Hanno applicato una modalità senza punti, a ferita aperta: usando quella "tradizionale" la malattia si sarebbe presentata ancora. Almeno, così è stato per me, visto che la prima volta mi avevano messo i punti - e mi son dovuto sorbire di nuovo la stessa operazione, di conseguenza.

Questa modalità ha però il problema di guarire lentamente, e di richiedere medicazioni quotidiane della zona ferita. Per accelerare i tempi e ridurre la frequenza degli interventi di pulizia, sono stato dotato di una macchinetta aspiratrice a pressione negativa. Risucchiando tutti i liquidi che uscivano a ciclo continuo dalla ferita, mi ha consentito di cicatrizzare molto in fretta, e di chiudere il taglio in un mese, invece dei tre/quattro di cui normalmente avrei avuto bisogno.

Non nego che questo, da un certo punto di vista, mi abbia fatto piacere: vedere in azione un simile macchinario scientifico mi ha affascinato . Questo però è l'unico lato positivo della faccenda: dall'altra parte, infatti, mi sono dovuto portare dietro per un mese questo apparecchio. Non me ne sono mai potuto separare: giorno e notte siamo stati attaccati, con questo tubo che usciva dalla zona ferita ed estraeva di continuo liquidi purulenti. È stato faticoso, anche per tutte le manovre da fare per non compromettere l'utilizzo della macchina. Aggiungiamo il fatto che, per il dolore, è stato difficile anche solo star seduto su una sedia, e potete capire quanto sia stato complesso il post-operatorio per me.

Tutto questo ha fatto si che le scorse settimane siano state faticose, come ho già detto. Ma adesso, ho motivi di essere più ottimista. In primis perché ieri, finalmente, i chirurghi mi hanno staccato l'aspiratrice. Questo si traduce nella possibilità di muovermi di nuovo come voglio. In più, nella mia sfera personale, le cose stanno andando leggermente meglio, o almeno così sembra. Negli ultimi giorni ho potuto respirare e stare più calmo: di conseguenza, il mio livello di serenità è decisamente aumentato. Metteteci anche che sono più lucido e che riesco a lavorare meglio al computer: il risultato è che il ritorno alla normalità sembra essere dietro l'angolo.

Insomma, maggio è stato difficile, ma giugno promette molto meglio, sia per quanto riguarda la mia attività in rete che la mia vita in generale. Mi potrò concentrare così su post più sostanziosi - già  ho diverse idee in proposito - e non posterò più riflessioni un po' sterili e noiose per voi, come questa. Almeno, questa è la speranza: mi auspico che non succeda nulla, e che io possa mantenere alla grande le mie intenzioni!

La domanda: oggi non saprei cosa chiedere. Puoi esprimere però il tuo pensiero sull'intero post!

10 commenti:

  1. Ti auguro semplicemente un rapidissimo rientro nella normalità e soprattutto un periodo più sereno. Mi dispiace davvero per tutto questo... :(
    Comunque l'immagine della copertina è carina e ironica nella sua crudezza, peccato l'abbiano censurata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero anche io che il peggio sia passato ^_^ . Grazie per l'augurio.

      Sulla copertina, mi sono accorto adesso di essere stato poco chiaro. In ambito metal, si parla di "versione esplicita" per una copertina molto forte, a cui spesso si affianca la "versione censurata", una molto più lieve. Quella che ho incluso nell'articolo non è mai stata censurata: è proprio la versione con cui hanno censurato quella originale, decisamente più impressionante :D . Se ti interessa, quella esplicita degli Autopsy la trovi qui: http://www.metal-observer.com/wordpress/wp-content/uploads/2015/08/tumblr_ndsbisnvJe1rjtce6o4_1280.jpg
      Clicca però solo se non sei debole di stomaco e se non ti impressioni facilmente :D .

      (Meglio che mi fermi qui: ci sarebbe tantissimo altro da dire sull'argomento, ma dubito sia di interesse per chi non è dentro questo genere di musica :) ).

      Elimina
    2. Nooooooo!!! Allucinante! Non ho resistito alla tentazione e ho fatto molto male! Bleah :P

      Elimina
    3. Ecco, adesso capisci perché molti album del genere hanno due copertine, di cui una meno esplicita :) . E questa non è nemmeno delle più impressionanti: come detto, ho visto molto di peggio :D .

      Devo dire però che a me lo stile "splatteroso" delle copertine death metal piace parecchio, visto che si sposa bene con la cattiveria della musica. Capisco bene però che per molti sia il genere che le copertine possano causare repulsione :) .

      Elimina
  2. D'ora in poi tutto in discesa!
    Sono contenta che il peggio sia passato! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo lo sia davvero. Grazie per il pensiero ^_^ .

      Elimina
  3. Quando ci si trova debilitati su un fronte, è difficile che gli altri restino illesi. Che sia tutto passato, e avanti con il meglio. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo davvero che sia tutto passato. Grazie anche a te per il pensiero ^_^ .

      Elimina
  4. Ho dato un'occhiata al link che hai fornito: e io che pensavo di avere dei problemi! Mi sa che l'illustratore è messo peggio di me! :-P
    Per quanto riguarda il resto: auguri di rapida guarigione e ricorda...barcollo ma non mollo! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E non è nemmeno l'immagine più impressionante che ci sia, pensa. Ho visto molto di peggio, cose che riescono a sconvolgere perfino me :D .

      Grazie per gli auguri, comunque ^^ .

      Elimina

Il tuo commento è molto prezioso per me. Anche se mi vuoi insultare perché non ti piace quello che scrivo, fallo pure: a prendere in giro i maleducati mi diverto tantissimo! Ma a essere sincero preferisco chi si comporta bene: se lo farai anche tu, mi farai ancora più contento!