venerdì 19 febbraio 2016

Senza nulla da dire

Non mi piace molto fare polemica. L'ho scritto tante di quelle volte qui su Hand of Doom che solo chi mi legge da ieri può non saperlo. Eppure, ogni tanto capita anche a me di scrivere qualcosa di critico, specie sul mio profilo privato di Facebook.

Mi è successo per esempio qualche giorno fa. Ho adocchiato un'immagine che girava per il social network per antonomasia, in cui si "denunciavano" i costi esorbitanti del Festival di Sanremo e si chiedeva di devolvere quelle cifre ai poveri. Io non ho stima per il Festival e per la sua musica, ma in compenso mi agito parecchio quando mi imbatto nell'incompetenza matematica delle persone: ho così voluto dire la mia. Facendo qualche conto, sono arrivato a scoprire che elargendo gli stessi soldi di Sanremo ai dieci milioni di poveri italiani, ne sarebbe derivato un misero contributo una tantum di ventun centesimi a testa. Se l'autore non fosse stato del tutto ignorante in matematica, insomma, il suo post non sarebbe nemmeno esistito.

L'immagine incriminata da cui è partito il mio post
Ad ogni modo, ho scritto questo stato polemico solo perché mi sentivo di farlo. Su Facebook ho pochi amici, e sono ancor meno quelli intimi. Di conseguenza, non mi aspettavo granché, in fatto di commenti; invece, ne ho ricevuti parecchi. Alcuni mi hanno fatto molto piacere, li ho trovati pertinenti e intelligenti. Ce ne sono stati altri però che mi hanno lasciato un po' perplesso, soprattutto perché non c'entravano molto col tema del mio post. In particolare, alcuni parlavano di Sanremo in generale, argomento di cui io, come già detto, non ho alcun interesse a parlare. Non che mi abbiano dato fastidio: alcuni anzi sono scaturiti da una serie di botta e risposta che ha preso un'altra piega, il che in fondo è legittimo. Altri però sono stati del tutto spontantei.

Questo mi ha portato a riflettere: perché commentare se sull'argomento specifico del post non si ha nulla da dire? In passato ho già detto che nei blog altrui tendo a commentare solo se ho qualcosa di significativo da aggiungere. Ci sono alcuni però che lo fanno sempre, semplicemente per "esserci". È un comportamento che sinceramente faccio fatica a capire, lo trovo abbastanza insensato. Si può vivere bene (anzi, si vive meglio, visto che non si rischia di rovinare i rapporti) senza per forza intervenire in ogni occasione.

Poi ripeto, neanche uno di quei commenti mi ha irritato: non ci riescono i troll, figurarsi se può farlo chi non si pone in maniera aggressiva. Anzi, sono contento di aver "sollevato il polverone": visto che so bene cosa significhi essere ignorato, posso dire di preferire di gran lunga un commento qualsiasi a nessun commento. Semplicemente, mi piace ancor di più leggere un'opinione pertinente al mio post iniziale che una magari condivisibile, ma un po' fuori tema. Tutto qui, né più né meno. Ma in fondo non mi posso lamentare troppo di Facebook: qui su Hand of Doom i commenti saranno pure pochi, ma sono sempre buoni (e non lo dico per "leccaculismo", ma perché è vero)!

La domanda: vi capita mai di ricevere commenti da chi non ha nulla da dire, ma vuole semplicemente "esserci"?

14 commenti:

  1. Mi hai ricordato le domande-risposte di Yahoo: "come si fa X?", risposta "non lo so". Vera diffusione di cultura! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero è successo? Non ne ho avuto esperienza diretta, non avendo mai frequentato Yahoo Answers. Desolante, in ogni caso :/ .

      Elimina
    2. Deve andare per la maggiore, perché mi spunta fuori spesso quando digito una domanda sul motore di ricerca.

      Elimina
    3. Probabilmente è perché usi Yahoo come motore di ricerca. Usando Google, a me non succede :) .

      Elimina
    4. No no, uso Google, ma a volte mi capita di digitare una ricerca sotto forma di domanda, e in quel caso Yahoo è sempre tra i primi siti a spuntare. (Scusa la digressione per niente interessante.) :)

      Elimina
    5. In realtà invece è interessante :) . Comunque, io non formulo quasi mai ricerche come domande: è per questo allora che non ci capito mai (forse :D ).

      Elimina
  2. C'è gente convinta che la quantità sia meglio della qualità. Io, rispetto a loro, preferisco andare controcorrente. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, anche per me è così. Posso anche scrivere un sacco di commenti in un giorno, ma solo se ho qualcosa di significativo da dire; altrimenti, posso stare un giorno anche senza commentare, non mi viene mica l'ansia :D .

      Mi spiace un po', però: la conseguenza di questo fatto è che sotto a molti dei tuoi racconti non scrivo niente. Scrivere "che bello" infatti mi sembra troppo poco significativo, quindi di solito evito di farlo :) . (E no, non lo dico per "leccaculismo", ma perché è vero :P )

      Elimina
    2. Per i casi come questo c'è il bottone "Mi piace": pur se poco impegnativo, veicola comunque il gradimento ;)

      Elimina
    3. Fin'ora on l'ho mai usato, in effetti: pensavo fosse solo per gli iscritti alla piattaforma Wordpress. Proverò la prossima volta, comunque, vediamo se riesco ^^ .

      Elimina
    4. Se non andasse, vicino al titolo ci sono anche le stelline per dare un voto. Quelle vanno sicuro! :)

      Elimina
    5. Provate entrambe: per il like non posso, come pensavo serve un account Wordpress. Le stelline invece hanno funzionato :) .

      Elimina
  3. Eheheh! Mattia, io semplicemente non ricevo commenti (o quasi!) per cui il problema non si pone! ;-)

    ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' normale, hai appena aperto il tuo blog, per un po' sarai da solo. Vedrai, pian piano la gente arriverà :) .

      Elimina