sabato 25 agosto 2012

Commiato per Neil Armstrong

Ho appena appreso della morte di Neil Armstrong, e la cosa non ha potuto che intristirmi molto. Ci stavo riflettendo, negli scorsi giorni: tutti gli uomini esistenti, senza eccezioni, sono accomunati dal fatto che un giorno moriranno. Purtroppo, a volte capita anche che muoia qualcuno di importante, come era appunto Armstrong, primo uomo a realizzare un sogno enorme: mettere piede su un suolo differente da quello terrestre, un sogno che a quarantatré anni di distanza vive ancora in moltissimi persone che, affascinate, guardano l'immensità del cielo (tra i quali ci sono anche io). Questo conclude il mio piccolo commiato personale, che alla fine vuole essere solo un pensiero personale e nulla più.

Nessun commento:

Posta un commento