martedì 15 agosto 2017

Ferragosto

In questo periodo, nonostante il caldo e tutto il resto, le idee per nuovi post non mi mancano. Ne ho alcuni tra le bozze del blog che non vedo l'ora di sviluppare, perché parlano di argomenti a cui tengo. Quello che mi manca però sono la forza e la lucidità mentale per svilupparli a dovere.

In parte è colpa del già citato caldo - che pure negli ultimi giorni ha segnato un po' il passo, con mia grande gioia. In parte invece è colpa degli impegni che ho avuto, che mi hanno tolto  tempo ed energie fisiche e mentali. E poi questa settimana ci si è messo anche ferragosto, che cade proprio di martedì: una coincidenza abbastanza funesta per chi ha un lavoro come il mio. 

martedì 8 agosto 2017

"The Dome" e la vera minaccia

È una storia buffa, quella del mio rapporto con Stephen King. Fino a un paio di anni fa, di lui non avevo letto nulla (o quasi: in effetti da adolescente ho letto Cujo, ma non mi ha fatto una grande impressione), e non mi ispirava nemmeno iniziare. Tuttavia, seguendo dei consigli trovati online, a inizio del 2016 ho comprato On Writing: non l'avrei mai pensato, ma è stato un libro che mi ha cambiato la vita - e non solo come scrittore. È da quel momento che ho cominciato a recuperare ogni suo libro che mi è capitato a portata di mano.

E così, per il mio compleanno di quest'anno a casa è arrivata una copia di The Dome. È un bel tomo da oltre mille pagine, ma ci ho messo meno di un mese (per la precisione, ventitré giorni) a leggerlo. Come ho scritto tre settimane fa, in parte è a causa dello stile di King, molto scorrevole. Ma il merito maggiore è della trama, incalzante, senza momenti morti, ma soprattutto inquietante e dannatamente realistica, nonostante gli elementi fantastici.