martedì 1 settembre 2015

Ritorno alla normalità

E così, è cominciato settembre. Per me questo significa da un lato un forte alleggerimento del mio lavoro in gelateria, il che è un assoluto sollievo: ancora un altro mese come agosto e sarei esploso, l'intensità lavorativa e lo stress conseguente sono stati veramente ma veramente pesanti. Di fatto, sono davvero a pezzi in questi giorni: un periodo di alleggerimento, che precede inoltre le ferie invernali (non vedo l'ora!) non può farmi che bene.

Dall'altra parte però, questo significa anche che i miei blog, tornati dalla pausa estiva, dovranno ricominciare a galoppare, e avrò perciò da realizzare molti più contenuti per riempirli. Questo si traduce, di fatto, in una diminuzione del tempo in cui potrò scrivere "in libertà", per il piacere di farlo invece che per rispettare una scadenza (anche i testi di questi tipo non li scrivo controvoglia ma perché voglio farlo - solo che a volte la cosa si fa faticosa). Ho deciso però di cominciare a investire meno tempo su articoli e recensioni per i miei blog: già da qualche settimana, infatti, ho tagliato il numero di revisioni per ogni contenuto. In fondo se c'è qualche refuso in più non è un problema così grave, mentre il tempo che uso per tutte queste correzioni non torna indietro!

Insomma, da oggi tutto torna alla routine che mi ero lasciato alle spalle quest'estate, con i suoi lati positivi e quelli negativi. E per voi, com'è stato il ritorno alla normalità (se ci siete già tornati)?

8 commenti:

  1. Il ritorno alla normalità è stato intenso. Pian pianino sto riprendendo il filo del discorso e del romanzo. Per quel che riguarda il blog, come già sai, ho deciso di essere meno fiscale con gli aggiornamenti. Preferisco pubblicare un po' meno, ma articoli ben fatti. Solo un consiglio mi sento di darti: non far sì che il tuo blog diventi un dovere, e mantieni sempre vivo il piacere di gestirlo. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni tanto il blogging in effetti diventa più un dovere che altro: parlo più dell'altro, quello sull'heavy metal che ha ritmi più alti e meno commenti a ripagarmi; Hand of Doom invece è abbastanza leggero e piacevole da gestire. Come ho detto però sto lavorando nell'impostare meglio il mio tempo e alleggerire il carico di lavoro che ho, quindi probabilmente riuscirò a vivere i miei blog con più naturalezza in questa nuova stagione (o almeno lo spero :) ).

      Elimina
  2. Bentornato! Ad agosto un po' ho lavorato lo stesso, e adesso sto ancora riprendendo tutti i ritmi e gli impegni... *yaaawn*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco, visto che io ho lavorato tutti i giorni ad agosto, a volte anche 12 ore al giorno... e adesso mi è difficile persino alzarmi dal letto la mattina :D !

      Elimina
  3. Bentornato! Fai bene a tagliare il tempo per la revisione degli articoli, è vero che se ne va via tanto. Io ero abbastanza maniaca, ma ultimamente ho deciso di dare solo una riletta veloce, altrimenti ci passo troppo. Di certo resteranno refusi (o peggio) ma pazienza, per il tipo di comunicazione spero che non si scandalizzi nessuno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta e grazie per il commento! Anche io ho tagliato le revisioni, ma non solo per quanto riguarda il numero: soprattutto, le ho rese più rapide. Una volta mi ci voleva addirittura un'ora per rivedere un articolo lungo, ma non perché ci volesse effettivamente tanto tempo ma perché mi distraevo di continuo. Adesso invece mi focalizzo proprio sulla revisione e ci spendo, anche per gli articoli lunghi, massimo dieci minuti, il che mi fa risparmiare tempo per altre cose :) (anche se dall'altra parte essere più concentrati toglie qualche energia in più, ma in fondo non troppe).

      Elimina
  4. Bentornato!
    per me, in agosto, ferie; d'altra parte lavorerò sodo quando ci andrai tu :)
    per il resto, il blogging è un po' come la corsa: questione di ritmo, più che altro ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre che io ci vada in ferie, visto che potrei aver bisogno di trovarmi un altro lavoro quando la gelateria (questioni di soldi): spero che non serva, e che mi possa riposare per qualche mese, visto quanto sono a pezzi. Anche se vado in ferie però continuerò ad aggiornare tutti i miei blog, perciò una vera vacanza per staccare il cervello proprio non l'avrò, almeno nei prossimi anni. E' proprio una corsa, senza fine peraltro :D !

      Elimina