giovedì 4 ottobre 2012

Breve riflessione su due recenti episodi

Giusto ieri leggevo del politico che ha squarciato le gomme di un disabile reo solo di aver reclamato un proprio diritto (articolo); oggi invece leggo di un medico che dopo aver sbagliato un farmaco, ha addirittura picchiato la paziente vittima di questo errore (articolo). Visti questi fatti, non riesco a fare a meno di chiedermi: possibile che siamo così culturalmente indietro nel campo della civiltà? Possibile che ancora non si riesce ancora a far capire alla gente che il rispetto, la tolleranza e l'educazione vengono prima di tutto? L'essere gentili ed educati (nemmeno altruisti, ma giusto rispettosi) dovrebbe essere una regola assoluta, a mio avviso, per noi, gente comune; per gente invece con responsabilità più alte di quelle normali, come possono essere politici o dottori, la civiltà dovrebbe essere essere ancora più importante, fondamentale addirittura, una caratteristica quasi necessaria al loro lavoro e alla loro importanza. Il fatto che così non sia, rende la situazione a mio avviso alquanto deprimente, e il desiderio di cambiare tutto a partire dalle menti delle persone a cominciare dall'educazione di base (e qui potrei aprire un altro post, forse a breve lo farò!) si fa sempre più forte.

Nessun commento:

Posta un commento