martedì 21 febbraio 2012

Il peso della solitudine

Devo correggere una mia affermazione di qualche giorno fa: non ho ritrovato poesie vecchissime perdute, quelle che ho ritrovato in un'antica pennetta USB ho verificato di averle già pubblicate qui (la memoria mi ha fatto cilecca), quindi non ci sono vecchie poesie... in compenso ci sono un paio di nuove poesie, la prima delle quali eccola qui. E' la solita poesia mia, triste e sentita, che parla della mia condizione di solitudine. Detto questo, spero solo che vi piaccia.

Il peso della solitudine

Capita spesso, molto
Ch’io mi senta, ancor
Triste e solo, e che
La solitudine diventi
Come un peso sopra il cor

E contro questo nulla
Da fare c’è, niente
Che possa, per un momento
Farmi dimenticare il fatto
Che sono solo.

E così mi ritrovo a pensare
Ai bei tempi andati,
E ai tristi eoni futuri
Che passerò senza nessuna
Persona special al fianco

E nulla potrà cambiare
Questo mio fato, nulla:
Sono destinato a restare
Per sempre solo
E sconsolato.

Nessun commento:

Posta un commento