martedì 3 gennaio 2012

A colei che mai mi ricambierà

Dopo un bel po' che non lo facevo, ho composto un nuovo sonetto, anche se stavolta è triste. In realtà non è dedicata ad una persona, bensì a due persone distinte: una è la mia ex ragazza, l'altra una seconda ragazza, di cui mi sono invaghito recentemente. Se la prima la leggerà sicuramente, sulla seconda ho molti dubbi, ma non mi importa, alla fine l'ho scritta solo per togliermi un peso, e non perché abbia davvero qualche possibilità con l'una (ne ho proprio 0) o con l'altra (forse il 0,001%). Anyway, pensavo fosse un bel sonetto, e quindi spero che vi piaccia.

A colei che mai mi ricambierà

Ti vedo lì, bella e sorridente,
Una persona come poche ci son
Così stupenda ed intelligente
Della natura un gigantesco don.

Ma so che tu non mi vedi affatto
Non t’importa di me, del mio amore;
quest amor è, e sarà, di fatto
Sempre chiuso nel mio cuore

Anche così, però,  non mi importa;
Anche se ti vorrei tutta mia
Rimarrai per me come Beatrice

Era per Dante; ovver, per farla corta
Basta che stai sol ben, fata mia,
Importa sol che tu sia felice

Nessun commento:

Posta un commento