giovedì 22 settembre 2011

Ad un mio vecchio amico

Aspettando ancora il compimento di qualche racconto, posto l'ennesima poesia triste, che scrissi qualche settimana fa. Ne ho tante altre da divulgare, ma lo faccio col contagocce, sperando che questa situazione di tristezza orrenda se ne possa andare, prima o poi.

Ad un mio vecchio amico

Basta la vista di un sorriso,
D’un atto gentile, d’una carezza
Che uno stato di triste ansia
Mi cade addosso, cupo.

Struggimento, mio vecchio amico
Ti odio più che mai
Ma sei ormai l’ultimo baluardo
Tra me ed un orrendo baratro
Di male assoluto ed eterno

Per questo non ti lascio
Ma ti porto sempre con me
Nel mio cuore devastato
E triste come non mai

Nessun commento:

Posta un commento