domenica 9 gennaio 2011

Un "basta" definitivo all'immondizia

No, non parlo qui di Napoli o simili; semplicemente, questo post serve per comunicare la mia decisione di chiudere definitivamente i commenti, sia ad anonimi che a utenti registrati, nessuno potrà più commentare alcuna cosa. Come ho preso questa decisione? Quando l'ennesimo troll anonimo è venuto a infastidire con dei post inutili. Personalmente non mi ha offeso minimamente, del resto quando si ha a che fare con persone del genere, che valgono zero, l'offesa non può che essere nulla. Sono però stato molto infastidito dalle allusioni di questo anonimo, per motivi miei privati, e ancor più toccata ne è stata la mia ragazza, per ragioni anch'esse private (ed è questo che, in fin dei conti, mi ha fatto infuriare); per questo, per evitare che si verifichi di nuovo un'esperienza del genere, per evitare che un essere infimo figlio di puttana, decerebrato e criminale causi ancora problemi come quelli avvenuti questa sera (di cui non parlo, per non dare soddisfazione al suddetto animale immondo), sono costretto a chiudere per sempre il commento al blog. E questo, che si sappia, perché sono civile: fossi stato più cattivo, sarebbe partita la denuncia alla polizia postale questa sera stessa.

Mille grazie al suddetto schifoso rifiuto umano, comunque, mi ha fatto aprire molto gli occhi sul fatto che quello che scrivo è assolutamente meritato, che quando scrivo dello sterminio della razza umana, certi individui se la meritano davvero, una morte violenta ed anche lenta e dolorosa; ed in particolare individui vigliacchi e codardi come il truce violentatore all'origine di questo post, che può permettersi di far del male ad una coppia (nel senso di due persone, perché di sicuro non è questo che ci mette in crisi; ti è andata male, mia merdosissima feccia umana), perché tanto l'anonimato e lo schermo lo proteggono, come il più patetico e classico dei poveri segaioli depressi e infelici, senza una vita, e che da poveri falliti quali sono, sono soddisfatti solo facendo del male agli altri.

Agli altri lettori del mio blog chiedo scusa per la volgarità di questo post, ed anche per la chiusura dei commenti; ma sappiate che sono davvero infuriato. Di solito, o almeno ultimamente così ho imparato, tendo a non dare corda a certa gente chiaramente fastidiosa, ma a ignorarli semplicemente; però le illazioni e i pettegolezzi mendaci di questo verme, che hanno gravemente ferito ben due persone (a cui non è degno nemmeno di baciare le scarpe), non potevano essere ignorate, questa volta.

Detto questo, una comunicazione finale, avulsa dal resto del post: sto preparando un paio di nuovi racconti e il quinto capitolo del romanzo; spero che a breve, sempre che abbia tempo, saranno pubblicati.

Nessun commento:

Posta un commento