venerdì 31 dicembre 2010

2010

Come ho fatto per il 2009, anche per quest'anno ecco il mio bilancio annuale. Innanzitutto, al contrario del precedente, ho trovato quest'anno come estremamente positivo: nonostante tutto il dolore e la malattia che ho dovuto subire, e continuo comunque ad avere, ho avuto la fortuna quest'anno di trovare una persona fantastica come la mia Manu, con la quale ho coltivato un rapporto d'amore molto bello, e credo seriamente, a questo punto, che sia la persona della mia vita. Ad un lettore esterno potrà sembrare strano, ma per me è un rapporto così importante che riesce a rendere buono e positivo anche un anno terribile come questo, che a parte qualche piccola cosa, oltre a lei, mi ha portato solo fatti negativi, alcuni dei quali è meglio non rievocarli nemmeno (ma molti di questi fatti sono gli stessi che lamentavo l'anno scorso).

Per quanto riguarda la mia produzione, quest'anno so che è stata ben scarsa, ho postato poco più della metà dei post del 2009; e per la prima volta, sono stato un mese, per la precisione lo scorso ottobre, senza postare alcunché. Nonostante ciò, però, trovo che quest'anno ho scritto alcuni tra i miei migliori racconti di sempre, su tutti Supernovae e Prigioniero di se stesso; per non parlare del romanzo che ho cominciato a scrivere, che al contrario degli altri tentativi di romanzo, compreso quello senza titolo dell'anno precedente, carino ma un po' stiracchiato, mi sembra davvero valido e capace di emozionare. Quindi, un anno positivo anche per la qualità di ciò che ho scritto, mentre per quanto riguarda la quantità è stata piccola, ma purtroppo, in virtù dei fatti negativi di cui parlo sopra, non ho potuto fare altrimenti. Inoltre, il mese dell'anno con la maggioranza dei post è stato quest'ultimo, il che mi fa sperare di riuscir a tornare a produrre come prima, e anche di più, nel 2011.

Concludo il bilancio di fine anno sottolineando come nel precedente bilancio annuale io abbia scritto "Mi auguro solo che il nuovo anno (e il nuovo decennio) siano migliori, e che il prossimo anno sia ancora qui, a dire quanto l'anno 2010 sia stato bello e positivo per me (cosa di cui dubito)"... ne dubitavo giusto un anno fa, ma ora posso dire che, come ho già detto, nonostante le negatività di cui ho scritto, peggiori di quelle dell'anno passato, per me tutto sommato è stato un anno bello. Detto questo, auguro un 2011 anche migliore a me stesso, alla mia Manu, e a tutti gli altri lettori del mio blog(anche se ho seri motivi di pensare che le prime 2 persone siano anche tutti i lettori:D). Buon 2011 a tutti!

Nessun commento:

Posta un commento