lunedì 29 marzo 2010

Malattia

Eccomi con un nuovo post, dopo che avevo promesso di aggiornare il blog più spesso. Purtroppo, oltre ad aver perso i file con il racconto quasi finito (e con il sesto capitolo del romanzo!) sono stato male per quasi tutte le due settimane, e per questo non sono riuscito, come mi ero preposto, a scrivere. Per questo non mi sono fatto sentire per tutto questo tempo.

Ad ogni modo, ecco qui una poesia nuovissima, che descrive questa malattia da cui sto lentamente guarendo, ma che per quasi due settimane mi ha reso davvero incapace di alcunché

Malattia

Il sonno manca
E passi le ore
A fissare il soffitto
In preda ai dolori

E il tuo corpo è debolissimo
E ti senti quasi legato
Mentre i pensieri volano
Trasformandosi in mostri

E senti come un'ascia
Conficcata nella fronte
Con due coltelli
Infilati nelle tempie

Allora preferiresti morire
Invece che continuare
A soffrire.

Nessun commento:

Posta un commento