lunedì 1 febbraio 2010

La mia ora più scura

In attesa di concludere il nuovo capitolo del romanzo e di postare il nuovo racconto (quasi finito), posto una vecchia poesia scritta molto tempo fa, in un periodo di grande scoramento. Ovviamente ora non mi ci rispecchio più (ultimamente non riesco a essere triste nemmeno volendolo), ed anzi, sono così felice che ho quasi la testa tra le nuvole, ed è questo il motivo per cui la mia "produttività" è molto ma molto bassa. Spero comunque sia di gradimento.

La mia ora più scura

Dolore a non finire
Questa è sempre stata
La mia vita.

Ma desidererei molto
Tornare ad essa
In questo momento;
Almeno c’era anche gioia
Almeno la sofferenza
Era sopportabile

Invece mi trovo qui, ora
Senza più emozioni
Se non tristezza
Nella mia ora più scura.

Nessun commento:

Posta un commento